Appartamenti

Presentazione

Piano PrimoLa cooperativa sociale “La Scintilla” dal 2005 gestisce presso la “Casa del Cedro” sei Appartamenti Protetti denominati “Residenza prof. Mario Modena”. Tali unità abitative costituiscono un servizio residenziale destinato a percorsi di autonomia di persone adulte con disabilità o che vivono una situazione di disagio personale e/o sociale. È un servizio offerto a persone che possiedono livelli di autosufficienza tali da permettere di vivere senza la presenza di un operatore per buona parte della giornata. Il servizio offre la presenza diurna di operatori per sviluppare interventi assistenziali ed educativi.
Gli appartamenti possono essere gestiti in convenzione o in accordo con altri enti. Attualmente sono attivi accordi con Associazione Piccola Fraternità, Progetto Banca della Speranza, Comune di Isola della Scala, Ulss 22 Associazione Amici di Papa Giovanni XIII.

Finalità ed obiettivi generali

  • promuovere condizioni di autonomia, benessere e sicurezza sociale, favorendo l’integrazione nella vita sociale
  • tutelare i soggetti disabili e/o svantaggiati, anche nel caso di assenza temporanea o permanente dal proprio nucleo familiare
  • promuovere e sostenere progetti di vita indipendente, anche a tempo determinato, ai sensi della legge n° 162/98

Per chi sono?

  • persone con disabilità fisiche, anche gravi, ma con capacità intellettive e cognitive integre
  • persone con ritardo mentale non compromesse nella minima autonomia di gestione della vita quotidiana
  • soggetti con difficoltà personali e/o relazionali
  • persone adulte con disabilità prive di nucleo familiare o per le quali la permanenza nel nucleo familiare sia temporaneamente o permanentemente impossibilitata
  • casi di “pronta accoglienza” nell’ambito della disabilità o del disagio psico-sociale

Capacità del Servizio

Ogni appartamento potrà accogliere una o due persone disabili o con difficoltà personali e/o relazionali oppure un disabili con il suo assistente o i familiari.

Descrizione Appartamenti

Piano Secondo

Ogni appartamento è così dotato:

  • cucina completa di elettrodomestici di base
  • stoviglie
  • mobile soggiorno
  • mobile dispensa
  • tavolo con 4 sedie
  • 2 letti
  • armadio per stanza da letto
  • sanitari attrezzati e box doccia
  • Ogni appartamento viene fornito inoltre di riscaldamento a pavimento e videocitofono
  • Ogni appartamento è arredato e fornito di tutti i comfort
Ogni appartamento è così composto:

  • 1 stanza cucina-soggiorno
  • 1 corridoio
  • 1 bagno attrezzato
  • 1 stanza da letto
  • 1 ripostiglio
  • 1 terrazza esterna

Unità Operativa Interna

Il Gruppo Appartamenti dispone di operatori ed educatori con funzioni di tutoraggio e sostegno per il vivere in autonomia di ogni ospite accolto. Nella stesura del progetto di vita intervengono, oltre ai referenti della cooperativa “La Scintilla”, anche gli operatori del territorio d’appartenenza dell’ospite. Referente di ogni assegnatario è la coordinatrice della cooperativa “La Scintilla” che svolge funzioni di supervisione nei progetti e cura i rapporti con i familiari, gli operatori ed il tutore o curatore della persona interessata. La dotazione organica del personale è comunque flessibile poiché viene garantita e modificata in base alle esigenze dei singoli ospiti.

Attività e Servizi Offerti

Gli operatori del Gruppo Appartamenti e gli operatori del territorio d’appartenenza, per ogni singolo ospite, prima dell’inserimento nell’appartamento, formulano un progetto personalizzato basato su risorse, bisogni e attitudini della persona stessa. Analizzando tutte queste voci possono così stilare un progetto educativo completo, comprensivo di attività, piano lavorativo e orario degli operatori. Ogni progetto sarà quindi personalizzato, flessibile e modificabile secondo le necessità emerse ed in base all’esito di verifiche periodiche.
I progetti formulati, supportati dagli operatori di riferimento, vanno ad intervenire in vari ambiti per sviluppare le seguenti abilità:

  • cura di sé e gestione dei propri indumenti
  • gestione e cura della casa
  • gestione del denaro e degli acquisti
  • uso adeguato dei servizi medici, specialistici e di assistenza
  • orientamento e spostamenti nel territorio con mezzi pubblici
  • creazione di una rete di relazioni sociali significative dalle quali poter ricavare gratificazioni personali ed impegno del tempo libero
  • impegno in attività occupazionali e/o lavorative

Progetto Personalizzato

Il Progetto Personalizzato viene stilato per ogni ospite del Gruppo Appartamenti è così costituito:

  • valutazione multidimensionale del futuro ospite attraverso strumenti concordati o ritenuti utili per la valutazione complessiva della persona
  • individuazione degli obiettivi specifici dell’intervento
  • individuazione dell’operatore responsabile del Progetto Personalizzato
  • definizione delle prestazioni educative ed assistenziali, nonché delle figure di riferimento necessarie al raggiungimento degli obiettivi stabiliti con l’indicazione delle modalità di reclutamento delle stesse e di sostegno dei costi relativi
  • informazione e coinvolgimento dell’utente e dei suoi familiari e/o tutore nella definizione e gestione del Progetto
  • formalizzazione del progetto comprensivo di descrizione della frequenza degli interventi educativo/assistenziali e dei momenti nonché modalità di verifica degli stessi
  • costi dettagliati e complessivi del P.P. e relative modalità di copertura

Operatività del Servizio

Il Gruppo Appartamenti, essendo una struttura che offre servizi residenziali, garantisce la presenza dell’operatore commisurata alla necessità degli utenti, assicurando comunque la reperibilità degli stessi anche nelle ore notturne.
Gli appartamenti possono essere assegnati a singoli o a nuclei familiari anche senza l’intervento degli operatori della cooperativa.

Modalità di Accesso

Per accedere al Gruppo Appartamenti è necessario presentare domanda di assegnazione al Consiglio di Amministrazione della cooperativa sociale “la Scintilla” su apposito modulo (reperibile presso l’ufficio della cooperativa) firmato dall’interessato e/o da un suo curatore o tutore legale. La richiesta, che sarà valutata da un’apposita commissione, conterrà le indicazioni dei requisiti posseduti, nonché le condizioni soggettive e oggettive che possano dare diritto di priorità.